Registro elettronico in armeria

È stato emanato il regolamento inerente la tenuta in formato elettronico del registro di carico e scarico? Come vanno annotati i dati delle operazioni giornaliere? Devono riguardare solo quelli dell’arma in oggetto o devono esserci i richiami per esempio nella vendita alla registrazione precedente? Come deve essere stilata la stampa riepilogativa giornaliera sia delle armi che delle cartucce?

Risposta a cura dell’Avv. Adele Morelli

Purtroppo non è ancora stato emanato il regolamento attuativo delle disposizioni inerenti la tenuta in formato elettronico del registro di carico e scarico di armi e munizioni di cui agli artt. 35 e 55 TULPS. Ai sensi della Circolare telegrafica del Ministero dell’Interno nr. 559/C.27003-12982. D(17) del 15.01.1997, che già si era occupata della materia, i dati da annotare in modalità informatiche e successivamente stampare devono essere corrispondenti a quelli prescritti dalla legislazione di pubblica sicurezza, ossia artt. 35 e 55 TULPS, pertanto: per le armi in arrivo andranno annotati i dati delle stesse (marca, tipo, modello, calibro, matricola, n° di classificazione), nome (e licenza) del venditore; per le armi in uscita andranno egualmente annotati i dati delle stesse, nome e titolo (PDA) dell’acquirente; per quanto riguarda le munizioni in entrata, si annoteranno: marca, tipo e calibro (taluni uffici di P.S. esigono che venga annotato anche il numero di lotto), nome (e licenza) del venditore; per le munizioni in uscita si annoteranno, egualmente, i dati delle stesse, nome e titolo (PDA) dell’acquirente (art. 108 Reg. TULPS). Come già specificato in precedente FAQ, la stampa potrà avvenire a conclusione giornata, a conclusione settimana o a fine mese, a seconda delle richieste del proprio ufficio di P.S.

Avv. Adele Morelli 

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Bando pubblico Work Up - percorsi formativi e tirocini per giovani

Bando pubblico Work Up - percorsi formativi e tirocini per giovani

Comunità Montana di Valletrompia, Civitas, Valli consorzio di Cooperative e Fondazione della Comuni…

Leggi la news