Esportazione ed importazione di armi da parte di un privato

La normativa sull'importazione di armi in numero massimo di 3 nell'anno solare da parte di un privato, può applicarsi anche al caso delle importazioni?

Risposta a cura dell'Avv. Adele Morelli

L'art. 12 Legge n. 110/1975 prevede che "Chi, senza la licenza per la fabbricazione ed il commercio di armi, intende importare armi comuni da sparo in numero superiore a tre, nel corso dello stesso anno solare, oltre alla licenza del questore di cui all'articolo 31 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, deve munirsi di apposita licenza del prefetto della provincia in cui l'interessato ha la propria residenza anagrafica."

Per quanto di nostra conoscenza non ci rusulta che, nella prassi, venga applicata per analogia alle esportazioni di armi da parte di un privato la disposizione normativa espressamente prevista per le importazioni, anche perché l'art 16 L. n. 110/1975 e D.M. 14.09.2016 non lo prevede.

Ricordiamo inoltre che lo scopo della norma è quello di controllare il flusso di armi che entrano in Italia, non tanto di quelle che escono. Il fatto che un privato faccia entrare un certo quantitativo di armi all'interno dello Stato nell'arco di un anno potrebbe infatti destare sospetti nelle autorità di P.S.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Bando pubblico Work Up - percorsi formativi e tirocini per giovani

Bando pubblico Work Up - percorsi formativi e tirocini per giovani

Comunità Montana di Valletrompia, Civitas, Valli consorzio di Cooperative e Fondazione della Comuni…

Leggi la news