Se si ha un terreno di proprietà in campagna è possibile fare una sorta di poligono privato?

Risposta a cura dell'Avv. Adele Morelli

Ai sensi dell’art. 57, commi 3 e 4, TULPS, come introdotti dal D.Lgs.vo n. 204/2010, per l’apertura o la gestione di campi di tiro o poligoni privati è necessario chiedere la licenza all’autorità di P.S., la competenza è in capo al Questore o al Dirigente del Commissariato di P.S. oppure al Sindaco ove manchino i primi due; in ogni caso, il Sindaco deve esser sentito per gli aspetti di competenza dell’ente locale. Non essendo prevista la durata dell’autorizzazione nello specifico, si applica l’art. 13 TULPS, che prevede la durata triennale. Si specifica che nei poligoni privati l’utilizzo delle armi comuni da sparo è consentito esclusivamente ai maggiorenni in possesso della idoneità tecnica al maneggio (artt. 8, comma 6, e 20bis L. n. 110/1975), mentre quello delle armi a MCO (armi ad aria o a gas compressi, sia lunghe che corte, i cui proiettili sono dotati di un’energia cinetica, misurata al vivo di volata, non superiore a 7,5 Joule, art. 1 D.M. n. 362/2001) è consentita anche ai minori assistiti da soggetti maggiorenni (art. 9, comma 3, D.M. n. 362/2001).

In ogni caso, la norma non è ancora pienamente operativa, poiché si è in attesa dell’emanazione del regolamento attuativo, come sancito dal comma 5 del su citato art. 57 TULPS.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Fiera di Vicenza - Hit Show 2018

Fiera di Vicenza - Hit Show 2018

Siamo a Vicenza dal 10 al 12 febbraio 2018

Leggi la news