Con una sola crisi epilettica si può conseguire il porto d’armi?

Può un poliziotto che ha avuto una sola crisi epilettica mantenere il porto d'armi?

Risposta:

La normativa riguardante l’idoneità psico-fisica al maneggio delle armi è contenuta nel D.M. 28 aprile 1998, che contiene l’elencazione di requisiti di carattere generale per le tipologie rispettivamente: PDA uso sportivo e caccia da un lato, PDA difesa dall’altro. Nel caso specifico di epilessia, citato in domanda, nella prassi ci si rifà alla normativa per la patente di guida, attualmente contenuto nel D.Lgs. n. 59/2011, la quale all’Allegato III distingue due situazioni:

punto D.4.: “Le persone che sono considerate clinicamente guarite su certificazione rilasciata da uno specialista in neurologia (o disciplina equipollente) e non hanno presentato crisi epilettiche da almeno 10 anni in assenza di trattamento farmacologico non sono più soggette a restrizioni o limitazioni”. In questi casi la valutazione di idoneità al maneggio delle armi viene riconosciuta de plano, senza particolari indagini o accertamenti;

D.5. “I soggetti liberi da crisi da almeno 5 anni ma che risultino tuttora in trattamento saranno ancora sottoposti a controlli periodici da parte della Commissione medica locale che stabilirà la durata del periodo di idoneità dopo aver acquisito la certificazione emessa dallo specialista in neurologia o disciplina equipollente. Per i soggetti liberi da crisi da almeno 10 anni ma ancora in trattamento non è previsto il conseguimento/rinnovo della patente del gruppo 2”. In questi casi sarà il medico a valutare caso per caso, in funzione della tipologia della patologia, del tipo di farmaco assunto e del dosaggio, se la persona è idonea al maneggio delle armi e, in caso affermativo, con che cadenza temporale deve sottoporsi alle verifiche di permanenza dei requisiti psico-fisici in relazione appunto alla patologia epilettica.

In tali casi, data la peculiarità delle situazioni sottoposte ad esame medico (diverse tipologie di epilessia, assunzione  o meno di farmaci, etc.), la valutazione circa l’idoneità psico-fisica al maneggio delle armi del soggetto con storia di epilessia è per prassi compiuta dalla commissione AUSL di medicina legale con una valutazione in sede collegiale (solitamente nella prassi si viene sottoposti a visita medico-collegiale sia per la prima dichiarazione di remissione totale dalla malattia, ossia quando sono decorsi più di 10 anni dall’ultima crisi e non si assumono farmaci da almeno 10 anni, sia nei casi in cui siano decorsi 5 anni dall’ultima crisi ed il soggetto è ancora sotto cura ed è necessario sottoporlo a visite periodiche per verificare la permanenza dei requisiti di idoneità), in occasione della quale il soggetto da valutare verrà munito della certificazione dei medici specialistici che lo seguono o lo hanno seguito per la patologia epilettica (ai sensi del D.M. 5 febbraio 1993, che ha modificato l’art. 2 del D.M. 04.12.1991), e comunque la commissione AUSL potrà prescrivere a suo descrizione, se lo riterrà necessario il compimenti di ulteriori o nuovi accertamenti medici.

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Bando pubblico Work Up - percorsi formativi e tirocini per giovani

Bando pubblico Work Up - percorsi formativi e tirocini per giovani

Comunità Montana di Valletrompia, Civitas, Valli consorzio di Cooperative e Fondazione della Comuni…

Leggi la news