Quantitativo complessivo di munizioni per arma corta di vari calibri detenibile dal privato

In denuncia ho 200 cartucce dichiarate 9x21 e 23 cartucce 7,65. Il numero massimo di detenzione a 200 si riferisce ad un solo calibro o complessivamente?

Risposta a cura dell’Avv. Adele Morelli

Il quantitativo massimo di 200 munizioni per arma corta che il privato può detenere in via ordinaria, come sancito dall’art. 97, comma 1, Reg. TULPS, deve intendersi come quantitativo complessivo inclusivo di tutti i calibri per arma corta in proprio possesso. Nel caso specifico, essendovi questa “anomala” dichiarazione posta in denuncia, che darebbe come totale 223, si suggerisce di non superare mai il quantitativo totale di 200 pezzi, pertanto, se si vogliono detenere anche le 23 in cal. 7,65, quelle in cal. 9x21 dovranno essere ridotte a 177, in modo che ad un eventuale controllo si possa dimostrare che non si è superato il limite previsto per legge; inoltre, appena possibile, sarebbe bene chiedere all’ufficio la correzione di un evidente errore materiale sulla denuncia.

Avv. Adele Morelli 

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Comunicato 06/04/2018

Comunicato 06/04/2018

Ci permettiamo di intervenire, legandoci alle dichiarazioni rese dal Procuratore Pier Luigi Maria D…

Leggi la news